e ora che il JET LEG è passato…vi racconto la mia NYC – parte 1 acida e critica

Eccomi qua,

vi ho lasciato circa un mese fa con Laddicted goes to NY e non sono più tornata!IMG_9764

E invece no, ahimè sono tornata eccome…

…ma vi svelo un segreto, ero felice di tornare; come al solito sono controcorrente ma a me New York non è piaciuta poi molto.

Che poi detta così è un po troppo generica come valutazione, diciamo che ho visto tante NY:

  1. la New York da fotografare, per me amante della street photography merita decisamente un bel 10.IMG_0831IMG_1498IMG_0835
  2. La New York da vivere, ma manco se mi regalano un appartamento nell’Upper East side…forse forse un loft a Dumbo, ma quella è Brooklyn ed è tutta un’altra storia. L’ho trovata sporca, caotica, rumorosa, nel 2015 ancora piena di homeless e in alto mare con la raccolta differenziata, sacchi enormi di spazzatura stazionati ad ogni ora sui marciapiedi anche di fronte a locali e ristoranti; come nella foto qui sotto (Upper East side pieno pomeriggio). IMG_8814
  3. La New York dei grattacieli, ok belli, vista mozzafiato ma per chi ha girato tanto non sono poi così sorprendenti (sconsiglio vivamente le code per la vista dal Top of the Rock e/o dall’Empire State Building tra l’altro non è proprio economica…lasciate perdere e regalatevi come me un volo in elicottero o happy hour sui roof top di alberghi e/o locali!!!) dopo un giorno passato tra i vari block con la testa all’insù ne farete volentieri a meno. Qui ad esempio ero sul roof del appartamento a Manhattan preso con la mia amica di gran lunga da preferire agli hotel che sono carissimi e per andare in un albergo mediamente bello non bastano le 4 stelle.IMG_8416IMG_0074
  4. la New York dei “newyorkesi” (che poi i newyorkesi quali sono?)…ok sono sicuramente prevenuta in merito essendo romana e vivendo a Roma da sempre, una metropoli caotica ma famosa per la gente solare e ospitale…a NY la gente cammina guardando per terra, tutti isolati con le cuffiette nelle orecchie, keep the right ovunque, sulle scale mobili, sui marciapiedi, addirittura a central park ci sono i cartelli con i sensi di marcia in cui bisogna correreeeeeeeeeeeeeeeeeeeee…e se vai veloce allora keep the left se passeggi a passo svelto vedi si “keeppare la right” che te passano sopra sa! Non pensare neanche per scherzo di imboccare contro mano la pista…cartelli minacciosi urlanti “WRONG WAY” ogni 5 metri ti faranno desistere. Hanno più divieti e indicazioni su cosa e come fare loro che i marines. Nel famosissimo Central Park in bici si può andare solo nel vialone centrale dove passano anche taxi e carrozze varie, nei sentieri deve essere accompagnata a mano…ma allora che ci vado a fare nel parco in bici per stare sull’asfalto? IMG_8832IMG_9175

TO BE CONTINUED…

…al prossimo appuntamento con tutte le “mie altre New York”, con i locali, gli outfit che ho indossato, le risate, le mangiate, i km e km, le parrucche & much more

…STAY TUNED!

Categorie

Articoli recenti

Commenti recenti

Meta

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *