PASTA state of mind!

Se gli spaghetti fanno questo effetto… Ve lo dico: “SPAGHETTI way of life”.

Diciamolo, il carboidrato aiuta, mette di buon umore, ci fa sentire appagati e poi è buono in ogni sua forma… soprattutto nelle tre P: pasta, pane & pizza!

Oggi due ricette del buonumore che vedono come protagonista la PASTA! Non una pasta qualsiasi, sia chiaro: “se lo devi fa, fallo bene!”

starring: Pasta La Molisana

Questi giorni poi ne ho fatta una scorta, visto che il temporary store sarà a Stazione Termini solo fino al 09 novembre, ho riempito la dispensa!

Venezia prima, Milano poi, neanche a farlo apposta mi sono ritrovata sempre a Termini, perciò tappa obbligata! Ho potuto riutilizzare per ogni nuovo acquisto il codice promo #tempup2017 così mi sono riportata a casa diversi pacchi di farfalle omaggio!!!

Il packaging è così cool che ogni volta che apro la dispensa mi viene voglia di provare una ricetta nuova!!! Mi ispira, saranno anche i diversi formati… Non saprei ma in questa settimana ho preparato due nuove ricette davvero niente male!

Ah ecco… gli accessori in vendita nello store? Parliamone! C’è lo spaghettometro, il coppa pasta, la paletta in legno per la farina… Tra l’altro, con l’acquisto di almeno una multibox, sugli accessori verrà applicato uno sconto a partire dal 15 %. Insomma vi hanno svoltato o no tutti i regalini di Natale? Non avete più scuse!

Torniamo alla prima ricetta:

 – Spaghettino quadrato pomodori secchi, pecorino & mandorle –

Direi che si commenta da solo, un piatto gustoso e allo stesso tempo facilissimo da realizzare!

Ingredienti per due persone:

  • 200 g di spaghettini quadrati La Molisana;
  • 5 pomodori secchi;
  • 25 g di pecorino;
  • 10 g di mandorle;
  • 7/8 foglie di prezzemolo tritate;
  • 3 cucchiai di olio EVO;
  • 1mestolo di acqua di cottura della pasta;

Procedimento:

Io ho usato i pomodori secchi conservati nell’olio, quindi come prima cosa li ho messi su un paio di fogli scottex ad asciugare.

Ho aggiunto poi nel mixer i pomodori, il pecorino a pezzetti, il prezzemolo, le mandorle, l’olio e ho frullato il tutto.

Ho messo a bollire l’acqua e ho cotto la pasta in acqua salata scolandola al dente ( circa 9 minuti).

In una padella ho mescolato il trito con 1 mestolo dell’acqua di cottura e ho saltato la pasta per un paio di minuti.

Ho impiattato e gustato gli spaghetti ancora fumanti! La pasta ideale, si fa avvolgere dal sughetto che è una meraviglia!

I pomodori secchi sono un jolly nella mia lista della spesa! A casa non mancano mai… Li utilizzo ovunque: sulle friselle, per realizzare salsine veloci ideali per stuzzichini da aperitivo e ora anche nella pasta!

Altro must have: le mandorle! La frutta secca è fondamentale, non c’è #coLADzione che tenga senza le nostre 5 mandorle fisse ogni mattina!

Quindi questa ricetta per me è stata non solo velocissima ma anche facile da realizzare visto che sono ingredienti che ho sempre nella mia cucina!

I colori dell’autunno sono una magnifica tavolozza, impossibile non sentire il desiderio di creare con queste meraviglie… Guardate qui che colori!

Questo è l’arcobaleno che mi riporto a casa ogni volta che faccio la spesa! E via a sfornare… Torte rustiche, zucca gratinata, peperonata… e i nostri tanto amati peperoni in agrodolce!

Guest star della seconda ricetta sono proprio loro!

Radiatori integrali La Molisana peperoni in agrodolce, philadelphia e noci

Realizzare i peperoni in agrodolce è facilissimo! Basta prendere un peperone rosso e uno giallo e tagliarli a pezzetti circa di 1,5 cm x 1,5 cm, metterli in una padella con olio EVO, capperi e aceto balsamico e farli cuocere a fiamma bassa, con il coperchio, per una ventina di minuti. Io cinque minuti prima di fine cottura aggiungo le olive nere denocciolate.

Ingredienti per due persone:

  • 200 g di radiatori integrali La Molisana;
  • 6 cucchiai di peperoni in agrodolce;
  • 4 gherigli di noce;
  • 40 g di philadelphia, io avevo il light e ho usato quello;
  • 1 mestolo di acqua di cottura;

Procedimento:

Mettere nel mixer 6 cucchiai di peperoni in agrodolce, precedentemente cucinati, lasciando da parte le olive e qualche cappero che serviranno come guarnizione.

Frullare il tutto e rovesciare il trito ottenuto in una padella.

Mettere a bollire l’acqua, salare e lessare la pasta per circa 7 minuti. Il tempo di cottura è di 9 minuti ma va scolata al dente per poi essere ripassata in padella con il sughetto.

Aggiungere nella padella con il trito il philadelphia e il mestolo d’acqua, girare con un cucchiaio di legno finché gli ingredienti non si saranno mescolati. Accendere il gas sotto la padella a fiamma bassa, scolare la pasta e mantecarla per un paio di minuti con il sughetto.

Impiattare e guarnire con le olive, i capperi e le noci spezzettate.

Non vi dico che delizia!

A questo punto dovrei aver mangiato abbastanza spaghetti questa settimana per assomigliare un po’ di più a Sofia Loren… Dite che funziona? #staytuned vi farò sapere!

 

 

en.pdf24.org    Send article as PDF   

Salva & stampa

Send article as PDF

Iscriviti alla Newsletter

Be LADdicted, iscriviti alla newsletter per ricevere sempre gli aggiornamenti!!!

Articoli recenti

Categorie

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *