Pizza si ma da oggi in poi per me è justsemola

JUSTSEMOLA perché?

Ora ve lo spiego io e voglio condividere con voi la ricetta di una Pizza con la P maiuscola!semola di grano duro La Molisana

No, non è semola del mio sacco…

Sono andata alla fonte e ho “rubato” i segreti del mestiere!

In questi giorni a Roma c’è stato l’evento “La città della pizza”, ovviamente non potevo non andare, l’ho fatto anche per voi eh!la città della pizza Roma

Ho assaggiato un bel po’ di pizze per poter testare con il mio stomaco la veridicità delle tanto usate paroline magiche: “leggera, digeribile e croccante”!

Chi mi segue da un po’ avrà sicuramente visto che, quando c’è stato il temporary store de La Molisana alla stazione termini, ho fatto incetta delle box della pasta e avevo preso anche una box di sfarinati justsemola!

Dentro c’erano tre meravigliosi pacchi di semola di grano duro decorticato a pietra… Finora avevo avuto modo di utilizzare solo il pacco bianco, la semola rimacinata con cui avevo fatto una crostata top, ancora più friabile e croccante!semola rimacinata La Molisana

All’evento, oltre ai tanti stand della pizza, c’era lo spazio de La Molisana – La casa della semola – dove, tre bravissimi pizzaioli, sfornavano a rotta di collo pizze justsemola. justsemola la Molisana

Ho riconosciuto da lontano uno dei tre pacchi della mia box, quello rosso con la scritta semola per pizza… Era arrivato il momento di usarla, e per utilizzarla al meglio mi sono letteralmente fatta adottare dallo staff de La Molisana, pizzaioli inclusi! semola per pizza La Molisana

Ma partiamo dall’impasto, da qui capirete il perché del JUSTSEMOLA, è realizzato al 100% con semola di grano duro decorticato a pietra, “solo” semola!

Sono stati i primi a proporre la semola per la pizza e in effetti devo dirvi che era strepitosa… Vi pare che non facevo mille domande?!! Ho avuto tutte le risposte che cercavo!

La Molisana, nei suoi 100 anni di esperienza, ha dimostrato che la semola consente di realizzare una pizza più leggera, digeribile e croccante ( e questa volta i 3 aggettivi sono stati personalmente verificati! VERIFIED!!!).

Praticamente, la semola, avendo una trama più grossa fa resistenza al processo di lievitazione allungandone i tempi. Inoltre per lavorare l’impasto necessita di più acqua.

Ad alleviare ulteriormente i miei sensi di colpa da pizza addiction ho scoperto che la semola #mifabene perché è ricca di fibre, vitamine e sali minerali!!!

Insomma mangiare la pizza justsemola da oggi in poi non sarà più un peccato di gola, vi pare poco? Avete capito perché JUSTSEMOLA is the new black?

Non mi è bastato assaggiarla, mi sono fatta dare la ricetta e i trucchi per avere la pizza perfetta… Pronti con carta e penna?pizza justsemola La Molisana

Ingredienti per l’impasto:
  • 1000 g di semola per pizza La Molisana (pacco rosso);
  • 725 g di acqua;
  • 2/4 g di lievito di birra;
  • 30 g di olio EVO;
  • 25 g di sale.

Procedimento:

N.B. tra i vari step, le ore di lievitazione sono circa 24!!! Quindi impastatela la sera prima per il giorno dopo!!!

  1. Versate nell’impastatrice la semola, 600 g di acqua a temperatura ambiente e lavorate per 5/6 minuti fino ad ottenere un impasto compatto e omogeneo;
  2. Lasciate riposare per circa 2 ore;
  3. Riprendete l’impasto, incorporando il  lievito di birra precedentemente disciolto in 50 g di acqua a temperatura ambiente e impastate per altri 2 minuti;
  4. Aggiungete il sale, i restanti 75 g di acqua, l’olio e lavorate con l’impastatrice 2/3 minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.
  5. Lasciate riposare a temperatura ambiente per 7/8 ore ( ma in primavere/estate che fa caldo potete far riposare direttamente in frigo);
  6. Spezzate i panetti e continuate la lievitazione in frigo per altre 7/8 ore
  7. Togliete l’impasto dal frigo e stendetelo sulla teglia, precedentemente oleata e lasciatelo riposare per 5/6 ore cospargendo la superficie con un leggero filo d’olio;
  8. Infornate per 5 minuti in forno caldo a 250°/300°.
  9. Aggiungete il condimento* e infornate di nuovo per altri 5 minuti.

Ve lo dico in questo caso L’ATTESA DEL PIACERE É ESSA STESSA IL PIACERE…

Vedere la vostra creatura che lievita magnificamente, ma soprattutto, godersi la croccantezza e la leggerezza della vostra pizza appena sfornata… Capirete che ne sarà valsa la pena!

Io non vedo l’ora di provarla e riprovarla, quella che ho mangiato alla casa della semola ancora calda è stata magnifica!!!

Dopo sono stata tutto il pomeriggio in giro e, non solo non mi sono sentita appesantita, ma a merenda avevo addirittura fame!!!

*TOPPING:

All’evento la Molisana ha presentato nel suo menu 3 pizze con ingredienti di altissima qualità scelti tra eccellenze italiane, tanto da poterle quasi chiamare pizze gourmet!

La piccante va in città

Crema di carciofi, 200 g di provola affumicata di Agerola e 50 g di ventricina piccante molisana.

Estraete la pizza dal forno dopo i primi 5 minuti di cottura, stendete la crema di carciofi e adagiate sopra la provola e la ventricina, infornate per altri 5 minuti!


Terre di confine

Crema di broccoli, 200 g di salsiccia di nero casertano e 60 g di caciocavallo molisano caseificio Di Nucci.

Estraete la pizza dal forno dopo i primi 5 minuti di cottura, stendete la crema di broccoli e adagiate sopra salsiccia. Infornate per latri 5 minuti, sfornate e ricoprite con abbondanti scaglie di caciocavallo.


#Mifabene

Pomodori semisecchi, 70 g di stracciata molisana caseificio Di Nucci, olive nere e pesto alla genovese.

Estraete la pizza dal forno dopo i primi 5 minuti di cottura, stendete il pesto. Infornate per latri 5 minuti, sfornate e condite a freddo con il topping.


Ora non ci resta che provarla, tra l’altro ho chiesto e si può usare per la pizza anche il 3° pacco quello della semola integrale, le dosi sono le stesse!

Da oggi si cambia modo di impastare la pizza, via i sensi di colpi e benvenuta leggerezza JUSTSEMOLA addicted!!!

 

 

www.pdf24.org    Send article as PDF   

Salva & stampa

Send article as PDF

Iscriviti alla Newsletter

Be LADdicted, iscriviti alla newsletter per ricevere sempre gli aggiornamenti!!!

Articoli recenti

Categorie

2 Comments

  1. Maura
    maggio 18
    Reply

    Ciao!
    Molto interessante.
    Ti sei dimenticata di inserire l’olio nel procedimento 🙂 Penso sia al punto 1) giusto?
    Se non ho l’impastatrice e faccio a mano considero tempi d’impasto un pochino più lunghi vero?
    M

    • Laura Conforti
      maggio 18
      Reply

      Ciao Maura! Dopo controllo grazie:) si si considera tempi più lunghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *