di gondole & shopping

Venezia per me è un amore cominciato prestissimo… Pensate che il mio padrino e la mia madrina di battesimo sono Veneziani DOP! Eccomi qui con loro, Zia Gaby & Zio Franco.I miei genitori li hanno conosciuti per caso durante il loro viaggio di nozze e da là sono diventati inseparabili… Grecia, Tailandia, Spagna…

Chissà chi mi ha trasmesso la passione per i viaggi…

Dopo poco sono nata io, la piccolina di casa! Quindi possiamo dire che sono cresciuta a pane, amore & gondole! Non conto neanche più le volte che sono andata a Venezia… Eppure ve lo devo dire, Zia Gaby non c’è una volta che non mi fa scoprire calle o campielli mai visti prima!  La magia del carnevale, i colori di Burano…Le mostre, gli eventi e gli aperitivi al Molino Stucky… Insomma di Venezia non ci si stanca mai… Unico aspetto forse un po’ carente, per una shopping addicted come me, sono i negozi! Venezia è sempre affollata, non c’è stato un periodo dell’anno in cui non l’ho trovata piena di turisti, anche quando dovevo girare sulle passerelle con le galosce fino all’inguine; quindi fare shopping è più uno stress che un piacere!

Qualche giorno fa ho fatto una scappata di 12 ore a Venezia e io e la mia geniale zietta ci siamo ritagliate qualche ora di pace a soli 10 minuti da Venezia, tra acquisti e pause golose!

Vi portiamo con noi a Porte di Mestre!!!

Come vedete lei deve aver fatto un patto con il Diavolo perché è sempre la stessa della prima foto… A me di quella bambina in compenso sono rimasti i rotoli!!!

Donne e negozi, parliamone! Alla fine a Roma, con i ritmi frenetici della vita di tutti i giorni, non riesco mai a combinare nulla! Mi prenderete per pazza ma ci sono venuta fino a Porte di Mestre per un po’ di shopping relaxed! E’ una fuga a pochi minuti di treno che vi consiglio, la tratta si paga € 1,50, praticamente come un bus!

Ci siamo coccolate e regalate un pranzetto delizioso, tanto sapevo che poi, tornate a Venezia, zia mi avrebbe fatto smaltire ogni singola caloria ingerita su e giù per canali, ponti, campi e calle!

Poi devo dire che sul lato food c’era davvero l’imbarazzo della scelta, tantissimi corner carini dove trovare dal sushi alla pizza, dalle piadine al bistrot, dal fast food allo slow food… Quindi ci siamo viziate tra un negozio e l’altro…

Tra un pranzo, una merenda e una pausa caffè!

Eh lo shopping è una palestra ragazzi, mette appetito! Guardate qua… Direi colta in flagranza di reato e, come il mio Avv mi insegna, con la reiterazione di reato si mette male ahahahahahha

Tappa fissa in libreria, quella non può mancare mai, ho approfittato per comprare la guida di Vienna dove sono stata solo qualche giorno dopo!

Che dite ho accumulato abbastanza calorie per tornare con pacchi e pacchetti a Venezia e scoprire qualche nuovo angolino?

Considerate che in 14 ore, 8 sono stata sul treno tra A/R, 3 ore a Porte di Mestre come avrete visto, più che altro seduta a mangiare, a spasso tra le food courts o al massimo ginnastica da camerino…Dai spiegatemi come ho fatto a fare… 11 km e 13 piani? Ora mi credete quando vi dico che zia mi fa girare come una trottola per Venezia? E’ instancabile con i suoi tacchetti, mette il turbo e via sia parte!

Vi lascio con una carrellata di foto di una giornata stupenda, stanca ma felice di aver vissuto poche ore come fossero giornate intere, facendo mille cose e soprattutto sorridendo!

 

 

 

www.pdf24.org    Send article as PDF   

Salva & stampa

Send article as PDF

Iscriviti alla Newsletter

Be LADdicted, iscriviti alla newsletter per ricevere sempre gli aggiornamenti!!!

Articoli recenti

Categorie

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *