Val D’Orcia il paradiso all’improvviso, on the road con Rune

Val d’Orcia, che scoperta… Conoscevo già la Toscana, un territorio così vasto e così vario, ricco di meraviglie: dal mare alle colline alle sue bellissime città, i borghi, l’ottimo cibo e il vino superlativo!

Ma devo dire che la Val d’Orcia è un mondo a parte, appena “ci entri” resti incantato è il Paradiso dove la “mindfullness” viene naturale, svuoti la mente e riempi polmoni, occhi e cuore!

Val D'Orcia

Stiamo scoprendo dei posti fantastici in Italia e il merito dobbiamo ammetterlo è di Rune, il nostro cucciolone di Weimaraner! Io e Francesco stiamo insieme da ormai 3 anni e abbiamo volato già parecchio in lungo e largo ma da quando l’amore a 4 zampe è entrato nella nostra vita stiamo cercando mete meravigliose on the road per portarlo con noi!

Ahimè l’Italia è ancora parecchio indietro sulla questione “per friendly” (come su tanto altro)… Sono pochi gli alberghi di un certo livello, i boutique hotel e i resort che accettano i cani volentieri, soprattutto se di razza medio/grande!

Per fortuna non è il caso della incantevole Locanda in Tuscany il country resort che ha reso la nostra permanenza in Val d’Orcia un sogno!

Luca e Claudia, i proprietari ci hanno fatto sentire a casa, lo chef ci ha deliziato e coccolato… La pace che si respira alla “Locanda” è preziosa, c’è un rispetto assoluto del silenzio sia da parte dello staff che dei clienti… Tutto è curato nei minimi dettagli, un recupero minuzioso di arredi e materiali che rendono l’atmosfera davvero magica! Immersi nella natura a 360 gradi, si raggiunge con una strada bianca e si lascia alle spalle caos e vita urbana! Ci si tuffa immersi semplicemente nel verde e blu!

Il camino in camera, le travi al soffitto, doppio accesso alla veranda sulla piscina e quella con maggiore privacy sulla vallata… Il grammofono nella sala colazione/ristorante, il menù da sfogliare tra le pagine di vecchie edizioni… Non mi fate aggiungere altro che riparto subito!!!

Ehm si sentiva solo Rune che ormai si credeva il padrone e abbaiava a chiunque invadesse il suo spazio, ovvero tutta la tenuta!!!

Val d'Orcia Locanda in Tuscany

Mi rendo conto che con un alloggio così sia difficile uscire, ma giuro che abbiamo girato parecchio, seguiteci vi portiamo con noi ….

Prima tappa del nostro tour in Val d’Orcia: Bagno Vignoni, San Quirico d’Orcia, la Cappella della Madonna di Vitaleta e Pienza.

Bagno Vignoni è davverro un piccolo borgo dove con una passeggiata veloce avrete modo di vedere la Piazza delle sorgenti, con una fontana del 500 piena di acqua termale calda, le Terme libere e il Parco naturale dei mulini!

San Quirico d’Orcia cuore della Val D’Orcia e Patrimonio dell’Unesco davvero una camminata piacevole! Da non perdere: la Collegiata dei Santi Quirico e Giulitta, antica pieve che risale all’alto medioevo – Gli Horti Leonini, esempio mozzafiato di giardini all’italiana. Perdetevi nei vicoli e imbucatevi nelle piccole corti, il centro storico è davvero un gioiellino!

La Val d’Orcia è così: BELLA ON THE ROAD!

Non ci sono tappe obbligate… Incontrate un campo di papaveri… Fermatevi! Incontrate una vallata verde sovrastata da un cielo turchese con dei cipressi che si allungano fino alle nuvole…. Fermatevi! Scorgete in lontananza la Cappella della Madonna di Vitaleta, sembra quasi un puntino lungo la strada… Fermatevi! La Cappella è decisamente suggestiva, li spersa tra le vallate con i suoi due cipressi a farle da guardia… Noi ci siamo fermati sia lungo la strada e abbiamo fatto anche la passeggiata per vederla da vicino… Se avete un buon teleobiettivo potete anche risparmiarvela! Ma noi avevamo solo l’iphone e Rune come modello quindi siamo andati trotterellando!

Pienza… Perdetevi per il centro storico tra il duomo, le tante chiese, le pievi, i vicoli, i belvedere… Gode di una vista mozzafiato! È un gioiellino, anche lei patrimonio Unesco tutta da scoprire con il naso all’insù!!!

Seconda tappa: Bagni San Filippo, Radicofani e Montepulciano.

Una delle mie tappe preferite della Val d’Orcia, Bagni San Filippo è stata un’avventura divertente che mi ha lasciato a bocca aperta! Una passeggiata tra i boschi fino alla Balena Bianca tra cascate e piscine naturali di acqua termale… Le creazioni di carbonato di calcio sono uno spettacolo che sola la natura ci sa dare… Munitevi di costume, ciabattine e telo mare, vale la pena immergersi e cospargersi di fango, dopo avrete una pelle liscissima! N.B. i cani ovviamente non possono entrare in acqua, ma Rune è già fin troppo bello non ha bisogno delle terme!!!

Radicofani è una tappa che mi è stata suggerita da una follower in stories, non era programmata ma è stata davvero una sosta gradita! Una vera e propria fortezza ricca di storia e abitata da persone squisite che ci hanno riempito di sorrisi in ogni angolo!

Montepulciano… Devo dire che mi ha un po’ delusa, troppo commerciale e turistica, forse proprio perché venivamo da borghi deliziosi fatti di piccoli centri storici e un turismo lento, essere catapultati in una città piena di locali turistici e persone non è stato proprio il massimo… Ovviamente è soggettivo ma noi abbiamo preferito Pienza, San Quirico e Montalcino!!! Assolutamente degna di nota la monumentale Chiesa di San Biagio, subito fuori da Montepulciano, una vista pazzesca e un viale di cipressi a perdita d’occhio che vi introdurrà appunto alla “Chiesa”.

Terza e ultima tappa a malincuore: Late breakfast, relax in Locanda e Montalcino.

L’ultimo giorno in Val d’Orcia un pò di meritato relax in Locanda ci stava tutto… Tra una colazione lenta, un po’ d’arietta fresca bordo piscina e quella vista indimenticabile abbiamo fatto scorte di pace sufficienti per ritornare a Roma!

Montalcino è stata la ciliegina sulla torta della nostra vacanza, come chiudere in bellezza!!! Una città medievale con la M maiuscola! Pensate ad una cosa, Montalcino ce l’ha… VISTA PANORAMICA, filari e filari di vigneti del famoso Brunello di Montalcino, Duomo, chiese, pievi e Abbazie, la bellissima Piazza del Popolo dove ci siamo concessi una pranzo al fresco “Alle Logge di Piazza”, la Fortezza… Insomma, assolutamente consigliata!!!

Il lato food & wine della Val d’Orcia non è assolutamente trascurabile… A pranzo ci siamo sempre fermati on the road, per la serie “ndo coglio coglio” per un tagliere e un calice di vino ogni fermata è quella giusta!

A colazione e cena ci siamo fatti letteralmente VIZIARE dal menù km ZERO dello chef della Locanda, La Taverna di Mozart“. Tutti piatti della tradizione toscana abilmente rivisitati dallo chef in base alla stagione e alle materie prime reperibili dalle aziende agricole del territorio… Pici della Val d’Orcia, pappardelle al ragù di nana, agnello, guancia, filetto di maiale, tagliere di salumi di pecora, pappa al pomodoro e chi più ne ha più ne metta!!!

Un viaggio che porteremo nel cuore per tanto tanto tempo… Grazie Val d’Orcia a presto!!!

Val d'Orcia
Postcard of HAPPINESS
   Send article as PDF   

Salva & stampa

Send article as PDF

Iscriviti alla Newsletter

Be LADdicted, iscriviti alla newsletter per ricevere sempre gli aggiornamenti!!!

Articoli recenti

Categorie

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *